Pocket Mortys: gotta catch ‘em buuuurp

Pocket Mortys è il “nuovo” videogioco della Adult Swim basato sull’appassionante serie Rick e Morty, svilluppato sulla logica Pokemon.

“Nuovo”, si fa per dire. Nuovo per me che l’ho scoperto solo ora. Pocket Mortys, in realtà, è distribuito dal 13 gennaio 2016 (ha già quasi due anni!) su piattaforme Android e iOS.

Fenomenali poteri cosmici, in un minuscolo spazio vitale
  • 8.5/10
    Contenuti - 8.5/10
  • 10/10
    Grafica - 10/10
  • 7/10
    Capacità di intrattenimento - 7/10
8.5/10

La recensione in breve

Per chi di voi conosce almeno uno dei giochi classici Pokemon, una guida non vi serve. Poket Mortys, infatti, riprende fedelmente le stesse logiche e dinamiche, riproponendo addirittura sullo schermo del vostro cellulare una parte della console Game Boy: frecce direzionali e tasto “A”. Per il resto, non c’è differenza: il vostro personaggio è Rick Sanchez e tutto ciò che dovete fare è catturare quanti più Morty possibile, sfidare gli altri Rick e, di base, vincere.

Pocket Mortys, per Android e iOS, si bassa sulla stessa logica di Pokemon

La recensione seria

Per chi, invece, non conosce i classici Pokemon per Game Boy, o per chi, semplicemente, vuole approfondire la questione, ecco come funziona Poket Mortys. Il gioco è ambientato all’interno della storia di Rick e Morty, in cui un brillante scienziato esplora l’universo – con fini discutibili – portandosi appresso il malcapitato nipote Morty, spesso vittima delle avventure con il nonno.
Tutto comincia quando un Rick proveniente da un universo parallelo, Rick Pazzo Misterioso, fa irruzione nel vostro garage e vi ruba la sparaporta (il dispositivo inventato da Rick, in grado di aprire varchi spaziali): di fronte al Consiglio dei Rick, vi verrà detto che per punire chissà quale vostra condotta illecita (dovete sapere che non siete propriamente uno stinco di santo) laIn Pocke Mortys, la sparaporta viene sequestrata a Rick nella Cittadella dei Rick sparaporta vi è requisita. Per riaverla, dovrete allenare il vostro Morty e catturarne altri provenienti da altre dimensioni, facendoli scontrare tra loro fino a divenire sufficientemente forte da battere tutti e sei i Rick del Consiglio. Non essendo più in possesso della vostra sparaporta, dovrete usare il portale al centro della Cittadella dei Rick per spostarvi da una dimensione all’altra, ma la destinazione è casuale.

Giocando a Pocket Mortys

Ovviamente, quello è solo lo scopo finale; il vero scopo per un appassionato (esattamente come per Pokemon) è quello di catturare tutti i 282 differenti Morty; 281, se non volgiamo contare il vostro legittimo Morty. Ogni Morty ha un suo tipo specifico (tutti tranne il vostro Morty originario), tra carta, sasso o forbice: la logica di forza è quella classica, ossia sasso batte forbice, forbice batte carta e carta batte sasso.

Rock paper scissor lizard spock, by Sheldon Cooper

Cose pratiche da sapere: 

  1. Il Chip manipolatore di Morty serve a catturare Morty selvatici in Pocket MortysPer catturare un Morty è necessario possedere un Chip manipolatore di Morty. Il primo viene creato da Rick C-137 (il vostro Rick) di default; successivamente dovrete provvedere voi stessi a crearvene di nuovi. Per farlo è sufficiente raccogliere il materiale che vi serve (una batteria, un tubetto di succo turbolento, un circuito stampato e una lattina) durante i vostri viaggi interdimensionali e trovare un punto “Crea”. Ce ne sono due alla Cittadella dei Rick e uno in alcune dimensioni. Le formule per la creazione del Chip manipolatore di Morty sono le seguenti:
  2. Se catturate due Morty dello stesso tipo, potete combinarli assieme per crearne uno più forte all’Assistenza Morty (a nord-est della Cittadella). Due Morty comuni formano un Morty raro e alcuni Morty rari, se combinati a loro volta, danno vita a un Morty epico.
  3. Prima di poter catturare un Morty selvatico è necessario prima indebolirlo: se non lo farete, il vostro Chip manipolatore di Morty si romperà – e con tutta la fatica che si fa per crearne uno, è meglio tenerselo stretto.
  4. Durante il gioco otterrete anche alcuni strumenti per migliorare le statistiche e, di conseguenza, le prestazioni dei vostri Morty. Il mio consiglio è di utilizzarle solamente con il vostro Morty originario, dal momento che è l’unico che non potete depositare, neanche volendo.
  5. A questo proposito, esattamente come in Pokemon esisteva la pensione, in Pocket Mortys esiste l’Assistenza Morty, dove è possibile “Archiviare” le catture, far addestrare i nostri Morty e, come detto prima, combinarli.
  6. A ogni battaglia che perderete verrete trasportati dal vostro amico Birdperson (lo scrivo in inglese, perché Persuccello proprio non si può sentire) alla Clinica Morty, dove Rick Chirurgo curerà i vostri Morty.
  7. In ogni dimensione che visiterete ci saranno allenatori da sfidare, Morty selvatici da catturare e un Rick Boss da sconfiggere. Una volta battuto, lui vi consegnerà un emblema e aprirà un portale per tornare alla Cittadella.
  8. Quando avrete guadagnato un certo numero di emblemi, vi sarà possibile sfidare uno dei membri del Consiglio dei Rick.
  9. Curiosità: potete cambiare l’aspetto del vostro Rick all’Emporio di Rick. Alcune versioni sono gratuite, mentre altre sono acquistabili con gli Schmeckle (SHM) che guadagnerete vincendo le lotte o con i Ticket.
  10. I ticket vi vengono regalati ogni volta che battete un membro del Consiglio dei Morty e casualmente, dopo battaglie o al ritrovamento di strumenti. Oltre che per personalizzare il vostro personaggio, potete spenderli al Laboratorio Morty per cambiare le mosse dei vostri Morty o – cosa secondo me più utile – agli Slifs & Chitz, presenti un po’ ovunque e che vi permettono di vincere strumenti utili e Morty rari o epici.
La mia opinione su Pocket Mortys

Assolutamente da scaricare per ogni fan di Rick e Morty, ma anche per ogni fan dei giochi Pokemon. Purtroppo, però, come ogni gioco in cui non si deve fare altro che la stessa cosa – ancora e ancora, all’infinito – dopo le prime 24 ore di euforia, Pocket Mortys viene un po’ a noia. Fortunatamente, la trama non è troppo lunga (personalmente, sono giunta alla fine in appena tre giorni).

Ho adorato il fatto che i doppiatori originali della serie abbiano prestato le loro voci; consiglio dunque di mantenere l’audio attivo: non solo fanno sì che il gioco coinvolga particolarmente ma sono anche divertenti, per chi conosce l’inglese. Quanto ai dialoghi scritti, temo che la traduzione sia sta affidata (in alcuni punti, almeno, certamente) a Google Translator; nulla che renda impossibile giocare, in ogni caso – a meno che leggere “Morty Malconcio Il tuo ha usato Scoppia” o “Il difesa di Morty Malconcio Il tuo è caduto” non sia per voi intollerabile.

Se siete mamme alla ricerca di un gioco per i vostri bambini e non avete presente il cartone di Rick e Morty, ecco il mio consiglio: cercate qualcos’altro. Per quanto io ne faccia ampio uso, non tutti i genitori sarebbero felici di far imparare ai propri pargoli parolacce come “fottiti”, “bastardo” e chi più ne ha più ne metta.

Veronica Rosazza Prin ha concluso Pocket Mortys in tre giorni e ora ci racconta com'è

Altri consigli utili per i giocatori

Pocket Mortys sul Play Store (Android)

Pocket Mortys sull’Apple Store (iOS)

Eccezion fatta per la formula per la creazione dei Chip manipolatori di Morty, il cui tempo di scoperta può dare seriamente fastidio, consiglierei di divertirsi a provare le combinazioni dei vari strumenti. Se però la creatività non è il vostro forte, ecco un link che vi sarà molto utile: CLICCA QUI.