Sanremo 2018: Festival dei botti, già alla prima serata

Sessantottesimo compleanno per il nostro amato Festival. Non c’è bisogno di altre specificazioni, perché se non è quello di Sanremo, che Festival è?

Sanremo 2018: il Festival di Baglioni fa il botto

Grandioso, il Sanremo 2018 di Baglioni

Sorvoliamo sui fuori programma, che se non ci fossero non ci sarebbe il Festival.
Strepitosa Michelle Hunziker alla co-conduzione, più conduzione che “co”: simpatica e leggera, la cui unica nota negativa, a mio parere, è rappresentata dall’insistenza delle sue dichiarazioni d’amore per il marito, presente in platea; talmente fuori luogo che, per la stessa libertà, Glee aveva condannato i suoi stessi protagonisti alla squalificazione dal concorso intorno cui girava la serie.
Divertente e coinvolgente, come sempre, Fiorello, re del previsto e dell’improvvisazione; meritata la standing ovation riservata all’esecuzione, più o meno fuori programma, del duetto con Baglioni sulle note di E tu.
Sorprendente Pierfrancesco Favino, poliedrico e talentuoso, di casa sul palco Ariston: indimenticabile il medley di alcuni dei più grandi successi di Sanremo.
Claudio Baglioni, indiscusso maestro di tutto ciò che riguarda il Festival (ha anche scherzato sul fatto di essere lui stesso a bagnare, ogni giorno, i fiori), non è certamente un conduttore; nessuno d’altronde glielo ha chiesto: ha comunque avuto l’umiltà di lasciare la conduzione a chi lo fa di professione e ha fatto, per quanto ci è concesso di vedere da una sola serata, un lavoro a dir poco ottimo come Direttore artistico.

I brani e i miei giudizi

Passiamo ai voti da me assegnati alle venti canzoni in gara, tenendo a mente che le valutazioni si basano su un primo ascolto e non escludo possano cambiare…

I giudizi sulle canzoni di Sanremo 2018 di Veronica Rosazza PrinLa classifica delle canzoni di Sanremo 2018 secondo Veronica Rosazza Prin

I giudizi della Giuria demoscopica

La giuria demoscopica del Festival di Sanremo 2018 ha in parte ribaltato le mie valutazioni; ma, si sa, mancano ancora i voti dei giornalisti e, soprattutto, quelli del pubblico! Colore blu per gli artisti con i punteggi più alto, giallo per chi si trova nel purgatorio dell’Ariston e rosso per chi ha ottenuto un giudizio insufficiente.

I giudizi della Giuria demoscopica per Sanremo 2018

E poi…?

Brillante il dopofestival di Edoardo Leo, nel quale è stata avanzata l’ipotesi di plagio della canzone di Noemi, Non smettere mai di cercarmi.

EDIT: parrebbe che la canzone accusata di plagio non sia quella di Noemi, ma quella di Meta e Moro.

Promessa di tornare sabato da parte di Laura Pausini e goduta soddisfazione dell’hashtag #UsciteVessicchio: il Maestro ha fatto il suo ritorno!

 


E voi cosa ne pensate di questo Festival? Fatemelo sapere nei commenti!

 

 

One Comment

  1. UnAragosta

    nn ho seguito l’intera puntata, ma ho già due nomi per il mio podio: Annalisa e Lo stato sociale, al netto della vecchia che balla …della prima ho apprezzato voce, sonorità e parole, dei secondi la genuinità e lo spirito – su IG hanno postato una vecchi foto con un breve “racconto” sulla loro vita attuale che ho trovato emozionante..

    …aspettiamo i resoconti delle prossime serate!

Comments are closed.